Ogni anno il SFF può  fregiarsi della partecipazione di ospiti prestigiosi in campo cinematografico a livello mondiale.

Nell’edizione 2019 saranno con noi:

Filippo Kalomenidis
Sceneggiatore (Filippo Kalomenìdis è sceneggiatore cinematografico (Io Sono con Te, regia di Guido Chiesa, Produzione: Colorado, Rai Cinema) e televisivo (ha scritto decine di episodi per serie come Intelligence, Il Tredicesimo Apostolo, RIS, RIS- Roma, Squadra Antimafia, La Nuova Squadra, Il Sistema), autore di serie TV ed head writer (Romanzo Siciliano in onda su Canale 5 nel 2016 ideato e scritto con Leonardo Valenti, e Impero, in sviluppo per Sky, produzione Casanova), autore di spot pubblicitari, e di romanzi (Sotto la bottiglia). Dal 2017, lavora come script consultant per Leone Film Group. Attualmente sta lavorando alla scrittura del film Fango con Alice Rotiroti per la regia di Enrico Pau (Produzione Mammoth Films, Ireland). Per la televisione sta lavorando alla scrittura della serie Impero (Casanova Multimedia – Sky).

Antonello Grimaldi
Regista, sassarese di nascita e formazione, si trasferisce a Roma negli anni ’80 dove frequenta la Scuola di Cinema della Gaumont, fondata da Renzo Rossellini. Esordisce nel 1985 con il film a episodi firmato a più mani – Carlo Carlei, Enzo Civitareale, Sandro De Santis, Valerio Jalongo, Daniele Luchetti e Michele Scura – Juke Box. Si aggira nel mondo del cinema ricoprendo diversi ruoli: assistente alla regia, consulente regista, produttore e anche attore. Nel 2000 firma la regia di Un delitto impossibile, girato nella sua Sassari e tratto dal romanzo “Procedura” di Salvatore Mannuzzu.
Grande successo ottiene anche nella regia televisiva nelle fiction Gli insoliti ignoti (2003) e i telefilm Distretto di polizia (2001-2007), Le stagioni del cuore (2004) e La moglie cinese (2006). Nel 2008 torna al cinema con la trasposizione dell’omonimo romanzo di Sandro Veronesi “Caos Calmo”.
È l’attuale Presidente della Fondazione Sardegna Film Commission.

Antonio Maria Masia
Presidente del Gremio dei Sardi a Roma. L’Associazione è stata fondata da Pasquale Marica nel 1948, con il nome “Il Gremio”, insieme ad altri 88 co-fondatori, facendo seguito all’Associazione dei Sardi residenti in Roma costituita sin dal 1911 ed operativa fino al 1915, di cui il Fondatore faceva parte. Il Gremio concorre alla tutela, al potenziamento ed allo sviluppo dei valori spirituali, culturali, artistici ed economici della Sardegna, rafforzando i vincoli di solidarietà tra i sardi e tra questi e le città che li ospitano in Italia e nel Mondo.

Franca Farina
Cineteca CSC Roma. La Cineteca Nazionale, istituita con legge dello Stato nel 1949, è il più importante archivio cinematografico in Italia e tra i più importanti archivi cinematografici in Europa e nel mondo. Alla conservazione del suo prezioso patrimonio, ricco di oltre 120.000 pellicole, la Cineteca Nazionale affianca un’intensa attività di diffusione culturale. È inoltre impegnata nel restauro del cinema italiano: ogni anno vengono restaurati e riproposti sia grandi capolavori sia opere “minori”, nel rispetto della complessa articolazione della nostra cinematografia.

Roberto Liberatori
Giornalista e programmista regista di Tv2000.

Luigi Faccini
Critico, regista e scrittore, Luigi Faccini è stato tra i fondatori di Cinema&Film, rivista che nel 1966 introdusse semiotica e strutturalismo nello studio del linguaggio audiovisuale. Il suo esordio televisivo nel 1970 con Niente meno di più, segna l’inizio di una carriera che lo porterà verso il grande schermo, nel 1976, con Garofano rosso, liberamente ispirato al romanzo omonimo di Elio Vittorini. Gli anni ottanta segnano una svolta importante, Faccini rivela in questo periodo la sua caratura di antropologo e storiografo. Da una lunga video-ricerca nell’ospedale psichiatrico di Arezzo nasce Inganni, sulla vita reclusa del poeta Dino Campana. Il film conquista nel 1984 il Nastro d’Argento alla regia e alla fotografia. Un’altra importante esperienza di ascolto e animazione nel carcere minorile di Roma, lo porta a realizzare Notti di stelle, dedicato ai “ragazzi delle periferie invisibili”. Il suo ultimo lavoro, Radici, è la cronaca ricostruita del viaggio che Alan Lomax e Diego Carpitella fecero nell’Italia del 1954-55, registrando e salvando tutta la musica popolare che stava per essere cancellata dalle modificazioni economiche e sociali del paese.

Gennaro Aquino
Location Manager. Il suo compito è quello di individuare le ambientazioni più simili possibile a quelle proposte in sceneggiatura, facendo attenzione alle possibilità logistiche e finanziare della produzione. Ha lavorato per Gomorra e Il racconto dei racconti di Matteo Garrone e per Gomorra: La serie. Attualmente è impegnato sul set dell’ultimo film di Garrone, Pinocchio, che si sta girando tra Toscana, Lazio e Puglia.

Alberto Castellano
Giornalista, saggista e critico cinematografico napoletano. Per circa vent’anni è stato una firma del Mattino di Napoli e oggi collabora con “Alias” (supplemento del Manifesto) e i periodici online “Filmdoc” e “Diari di Cineclub”. È autore di numerosi saggi e volumi dedicati alla comicità e al doppiaggio, e ai personaggi di Franchi e Ingrassia, Douglas Sirk e Carlo Verdone. Ha fatto parte della commissione di selezione della Settimana della Critica della Mostra del Cinema di Venezia dal 1997 al 2000, e ha insegnato Semiologia del Cinema. Studioso e appassionato del cinema americano di genere e del cinema comico italiano di serie B, negli ultimi anni ha approfondito i modelli narrativi, gli stili, le correnti e gli autori di alcune cinematografie asiatiche.

Silvio Del Riccio
Direttore organizzativo del ValdarnoCinema Film Festival  che si svolge dal 1983 a San Giovanni Valdarno (Ar). Fondato da Marino Borgogni dopo che era stato trasferito lo storico Festival Nazionale da Montecatini Terme a San Giovanni Valdarno sostituendo il premio “l’Airone” con il “Marzocco” e aprendo il festival a tutti gli autori indipendenti. Quest’anno compie 37 anni. Il festival è partner del SardiniaFF da molti anni.

Pedro Citaristi
Sale agent della Superights (Parigi)

Lucia Gerardine Scott
Produttrice del Red Monk Studio (Milano)

Delegazione del Centro Internazionale del Fumetto
Il Centro Internazionale del Fumetto è la diretta continuazione della prima scuola di fumetto in Sardegna, fondata nel 1993 da Bepi Vigna. Il Centro svolge un’intensa attività culturale, dando vita a corsi professionali di fumetto per adulti e bambini, collaborando con istituzioni, scuole ed enti, promuovendo la cultura dell’immagine attraverso mostre, rassegne, conferenze, convegni con ospiti internazionali. Nel 2002 è stato creato un Archivio sulla Cultura Popolare nel Mediterraneo.