it

up page

Bosa animation awards

Per farvi un’idea dell’atmosfera che respirerete tra pochi giorni a Bosa, date uno sguardo alla copertina del catalogo. Bellissima, coloratissima, e soprattutto libera da norme prospettiche e gravitazionali. Un invito irresistibile alla libertà di movimento, di pensiero e di visione. Con un pizzico di inquietudine perché come racconta ogni fiaba -nel nostro caso ogni film animato- i cambiamenti all’inizio fanno sempre paura. È un po’ come quando da bambini ci si sdraia su un prato e si immagina di camminare sulle nuvole, guardando il mondo al rovescio, e a poco a poco l’inquietudine lascia il posto all’avventura e a un nuovo modo di vedere.

Il dipinto in copertina (e sulla locandina ufficiale del festival) è stato realizzato nel 2012 da Gloria Delitala, una giovane pittrice di Bosa, laureata in Storia dell’arte e diplomata in Restauro, con un’intensa attività tra Sassari, Cagliari, Roma e Bologna. Gloria ha un suo studio proprio qui a Bosa, al numero 72 di corso Vittorio Emanuele II, quindi potete approfittarne per ritagliarvi uno spazio all’interno del programma del festival per andare a trovarla e ammirare i suoi splendidi lavori.

Nei suoi quadri, Gloria si ispira in maniera originale e molto personale alla pittura medievale, soprattutto ad autori come Giotto, Gentile da Fabriano, Guariento. Tra gli artisti del Novecento, uno dei suoi preferiti è l’illustratore Josef Palecek. La pittura di Gloria Delitala può essere definita naïf per quanto riguarda la libertà espressiva e prospettica, la creazione di paesaggi onirici e di situazioni irreali e sorprendenti, ma alla base del suo lavoro c’è la conoscenza di tecniche raffinate e antiche come la pittura su tavola, la tempera all’uovo, la doratura a foglia e un gusto miniaturistico per i dettagli. La maggior parte dei suoi quadri è realizzata con brillanti colori acrilici e rappresenta vedute cittadine, con una predilezione per la sua città natale, piccole scene di vita quotidiana, personaggi spesso fluttuanti in una dimensione onirica, e a volte impegnati in piccole baruffe che somigliano a balletti.

Gloria Delitala ha ricevuto e riceve numerosi riconoscimenti per i suoi lavori. Ha esposto a Madrid, e oltre a partecipare alle rassegne internazionali d’arte naïf di Varenna e Mandria di Chivasso, è spesso impegnata in mostre personali e collettive. Il suo indirizzo lo conoscete: corso Vittorio Emanuele II numero 72. Se non lo avete ancora fatto, vale proprio la pena di andare a trovarla ed entrare nel suo mondo magico per vivere tutte le potenzialità di questi tre giorni di fantasia e animazione a Bosa.

Share.